home_p1.jpg Montagna360
per vivere la montagna a 360 gradi! Roccia Sci Alpinismo Ghiaccio Viaggi

Ladakh: Trekking Changthang con la salita al Mentok Kangri (6250m)

Home Contatti

Il trekking in un’affascinante regione del Ladakh e la salita di una vetta di oltre 6000 metri saranno l'obiettivo di questo viaggio. Il Mentok Kangri è una bella montagna di 6250m situata nella parte orientale del Ladakh nella regione selvaggia del Changthang con un’incredibile vista sul lago azzurro chiamato Tsomoriri. Questa regione dell'India nord occidentale incastonata tra Himalaya e Karakorum, con i suoi monasteri, la sua gente e le sue montagne vi entreranno nel cuore e vi regaleranno un viaggio indimenticabile!

Resoconto viaggi in Ladakh 2015 e 2018

Programma:

Giorno 1: volo Milano-Delhi, scalo a Delhi, e volo per Leh.

Giorno 2:
Al mattino arrivo a Leh, accoglienza e trasferimento in albergo. Riposo assoluto, dopo pranzo, breve passeggiata a Leh e visita della città. Ritorno in albergo, cena e riposo.

 Giorno 3: Leh- Rumtse (3 ore di viaggio)
La mattina presto dopo la prima colazione partenza per Rumtse con vista sulla valle dell'Indo e molti monasteri lungo la strada.

Giorno 4: Rumtse - Kyamar 4050 m (4 ore di trekking)
Oggi faremo una breve passeggiata su un terreno piuttosto piatto per aiutare l'acclimatazione. Ci accamperemo durante la notte nella lussureggiante Kyamar, vicino a una sorgente.

Giorno 5: Kyamar- Tisaling 4200 m (6-7 ore)
Oggi dovremmo essere pienamente stimolati con una colazione adeguata per una giornata impegnativa. Iniziamo con una graduale salita verso il nostro primo passo il Kumur La (4800 m), che offre una vista spettacolare della catena del Changthang. Dopo il passo, scendiamo costantemente verso la base del prossimo passo. Qui potremmo incontrare nomadi con i loro greggi di pecore, capre e yak. Dopo una breve pausa, ripartiremo per il Mandalchan La (4850 m). Da questo passo è facile scendere al nostro campo nei pascoli di Tisaling, dove ci aspetterà la meritata cena e riposo.

Giorno 6: Tisaling - Ponganabu 4250 m (6 ore)
Ormai siamo ben acclimatati per conquistare, con una salita di circa 2 ore, il nostro terzo passo, lo Shibuk La (4900 m). Dalla cima del passo, avremo un'incredibile vista sulle montagne circostanti e sulla nostra prossima destinazione, il Lago Tsokar. Con un cammino di circa 4 ore arriveremo al nostro campo.

Giorno 7: Ponganagu - Nuruchan 4300 m (6 ore)
Oggi è una giornata facile, che ci permetterà di recuperare le energie spese nei giorni precedenti. In jeep ci sposteremo verso il lago Tsokar. Lungo le rive saline del lago, avremo una rara opportunità di vedere alcuni degli uccelli migratori a rischio di estinzione. Da qui proseguiremo lungo il sentiero a destra del lago, mantenendoci su una terra arida fino a Nuruchan, dove saremo accolti da un terreno erboso con ruscelli nelle vicinanze.

Giorno 8: Nuruchan- Gyamar Barma 5100 m (7-8 ore)
Dobbiamo prepararci per una giornata difficile. Attraverseremo il torrente Nuruchan prima di salire gradualmente al passo di Horlam Kongka La (4900 m). Dal passo, avremo una vista del lago blu turchese di Tsokar. Dopo una facile passeggiata di 40 minuti fino a Rajungkaru, incontreremo diversi tipici nomadi tibetani con il loro gregge di yak, pecore e capre di pashmina. Dopo aver condiviso una tazza di tè al burro con i nomadi, continueremo a salire al Kyamayuru La (5410 m); questo passo è impegnativo, ma la magnifica vista dall'alto rende meritevoli tutti i nostri sforzi. Dal passo scenderemo gradualmente a valle verso il nostro campo a Gyamar Barma (5150 m).

Giorno 9: Gyamar Barma - Gyamar 5200 m (3-4 ore)
Quando apriremo gli occhi al mattino, ci troveremo in mezzo a una mandria di yak al pascolo. Dopo colazione, ci dirigeremo verso il nostro prossimo passo, il Kartse La (5300 m). Salendo lentamente nell'aria sottile dell'altopiano, raggiungeremo il passo. Il sentiero conduce gradualmente verso la valle verde e rigogliosa del Gyamar, dove trascorreremo la notte.

Giorno 10: Gyamar - Korzok phu 4700 m (6-7 ore)
Oggi saliremo gradualmente verso il passo più alto e finale del trekking. Seguendo la stretta valle fino allo Yalung Nyaulung La (5450 m. Alla nostra destra potremo vedere le montagne innevate del Mentok I e II e dalla cima del passo avremo anche una vista sul lago Tsomoriri. Discenderemo ripidamente per un paio d'ore fino a Korzok Phu, il pascolo estivo del popolo Korzok. Dal pascolo proseguiremo verso Korzok dove faremo il campo.

 Giorno 11: Korzok phu-Base Camp (5-6 ore)
Dopo colazione saliremo lentamente ma costantemente e con circa 5 ore di cammino arriveremo al campo base del Mentok Kangri a 5330 metri. Il resto della giornata lo trascorreremo in preparazione della salita del nostro 6000.

Giorno 12: giornata di scorta in caso di brutto tempo o di acclimatamento/riposo.

Giorno 13: SUMMIT DAY.
Per la salita al Mentok Kangri (6250 metri) inizieremo a camminare verso le 3:00 del mattino. Nella prima parte della salita non avremo bisogno di usare i ramponi, lentamente e gradualmente saliremo verso il ghiacciaio. Messo piede sul ghiacciaio ci legheremo in cordata e tireremo fuori le nostre picozze e ramponi per l’assalto finale alla cima. Con circa 6 ore di salita dal campo base, raggiungeremo la vetta del Mentok Kangri, dove godremo di una vista mozzafiato in tutte le direzioni. Dopo i giusti festeggiamenti e le foto di rito, inizieremo la discesa e raggiungeremo il campo base in 2-3 ore dove potremo rifocillarci e riposare.

Giorno 14: giornata di scorta in caso di brutto tempo.

Giorno 15: Base Camp a Korzok (Lago Tsomoriri)
La mattina presto faremo colazione e finalmente imballeremo tutti i nostri bagagli e le tende e scenderemo verso Korzok. Pernotteremo in una guest house dove potremo godere di una doccia calda.

Giorno 16: Korzok - Leh (7 ore di viaggio) 220 km.
Ritorno in pulmino a Leh lungo le gole dell’Indo. Notte in Albergo.

 Giorno 17: Giornata a disposizione a Leh. Notte in Albergo

Giorno 18: Trasferimento all'aeroporto di Leh e volo di ritorno in Italia. 

Periodo: Agosto 2019

La quota comprende:

·       Tutti i trasferimenti in India

·       notti in albergo in camera doppia a Leh con colazione

·      notti in tenda con la nostra squadra di trekking/spedizione con tutto il materiale per il trekking: tenda per due, materassini, tenda cucina, cuoco, assistente, ponies e ponyguide, trekking guide, tutti i pasti durante il trekking (il pranzo sarà al sacco)

·       Permessi di spedizione per Kang Yatze e Dzo Jongo

·       Ladakh Tax e tutte le tasse di Wildlife e Camping

 La quota non comprende:

·       Voli e tasse aeroportuali Milano-Leh (indicativamente 700 euro)

·       Le cene e i pranzi a Leh e Agra (circa 5-10 euro per cena)

·       Bevande e snacks extra a tavola o durante i trasferimenti

·       Mance per lo staff del trekking

·       Spese personali

·       Spese per il Visto per l'India

·       Assicurazione viaggio e infortuni

·       Tutto quello non esplicitamente menzionato in "Il prezzo include"
 

Difficoltà: E’ richiesto un buon allenamento e buone condizioni fisiche. Durante tutta la durata del trekking si dormirà in tenda (tende da 2 posti). I pasti verranno consumati nella tenda mensa. Per la salita al Mentok Kangri si procede in cordata; per questo motivo è necessaria una discreta capacità nell’utilizzo di picozza, ramponi e comportamento corretto in cordata da parte d’ognuno. Per il trekking è necessaria una buona forma fisica visto il superamento di numerosi passi oltre i 5000m.